Vincenzo Nibali (instagram @vincenzonibali)

Domani prenderà il via la cinquantaseiesima edizione della Tirreno-Adriatico, la storica corsa a tappe che taglia il Belpaese orizzontalmente. Vincenzo Nibali (Trek-Segafredo) vuole esserne protagonista, a partire da domani, con la prima tappa che partirà da Camaiore. Intervistato da TuttoBiciWeb, Nibali ha analizzato la competizione: “La Tirreno-Adriatico si conferma una delle corse più belle di inizio stagione e presenta un percorso intrigante e mai banale. Ce n’è per tutti i gusti, dagli arrivi in volata, dove aiuteremo Moschetti, a quelli più misti e imprevedibili dove abbiamo diverse alternative per fare gioco di squadra, come successo a Laigueglia e Larciano. La tappa di Prati di Tivo sicuramente delineerà la classifica e, senza la cronosquadre iniziale, la crono di San Benedetto acquisterà ancor più peso. Siamo ad un momento importante della stagione, anche perché la Tirreno è la corsa più esigente del mio calendario finora. Corsa dopo corsa le sensazioni sono migliorate, sento di essere in linea con le aspettative che avevo per questo periodo. Sicuramente avrò un’indicazione utile per il mio percorso di avvicinamento al doppio impegno Giro-Tour”.