Fabio Aru (instagram @fabioaru1)

Fabio Aru ha deciso: non parteciperà ai Mondiali 2021 di ciclocross, che si disputeranno domenica 31 gennaio a Ostenda, in Belgio. Tra dicembre e gennaio il ciclista sardo era tornato ad allenarsi nella specialità, ma, in accordo con il CT Fausto Scotti, ha deciso di rinunciare ai Mondiali, così da prepararsi al meglio all’inizio della stagione su strada. Con un video pubblicato sui social, il 30enne vincitore della Vuelta di Spagna del 2015 ha spiegato le ragioni della sua assenza: “Sono qua nel training camp della mia nuova squadra, Qhubeka Assos, da martedì 19 e abbiamo trascorso delle giornate veramente importanti e ci stiamo conoscendo ogni giorno di più con i miei nuovi compagni, con tutto lo staff, meccanici, massaggiatori e direttori sportivi. Devo dire che il feeling è molto buono e sono veramente sereno, motivato e contento del mio nuovo team. Non prenderò parte ai prossimi Campionati del mondo di Ciclocross del 31 gennaio in accordo col Commissario Tecnico Fausto Scotti, con cui ci siamo sentiti regolarmente nelle ultime settimane. Abbiamo preso la decisione di non prendere parte ai Mondiali perchè è giusto lasciare lo spazio agli specialisti della disciplina e ai giovani che hanno dedicato tanto tempo a questa disciplina. Per me il ciclocross ha rappresentato una grandissima ripartenza dopo questi anni veramente difficili per me e quindi ringrazio tutto l’ambiente del ciclocross che mi ha accolto a braccia aperte. Ringrazio anche la mia squadra che mi ha permesso di partecipare a varie gare di ciclocross. Ho indossato la loro maglia per la prima volta il 3 gennaio proprio in una gara di cross. Spero a breve di poter mettere il numero sulla schiena nelle gare su strada”.