Marc Marquez (instagram @marcmarquez93)

Marc Marquez si è operato per la terza volta nel giro di pochi mesi all’omero del braccio destro, che si era fratturato in seguito alla caduta del 19 luglio scorso nel GP di Spagna. Operato immediatamente, aveva deciso di tornare subito in pista stressando la placca che si era rotta e lo aveva costretto ad una seconda operazione. Come annunciato dalla Honda, “la placca che Marquez aveva nella spalla è stata rimossa e sostituita, è stato effettuato un innesto osseo da cresta iliaca con un lembo libero corticoperiostale”. Per l’otto volte campione del mondo si prospetta un lungo periodo di riabilitazione, con l’inizio del mondiale 2021 (28 marzo in Qatar) ormai compromesso. E’ possibile che i tempi di recupero si dilatino fino a giugno escludendo di fatto il pilota spagnolo dalla lotta al titolo anche l’anno prossimo. Se è quasi certo che Marquez salterà le prime 5 gare del Mondiale, dipenderà molto dalla riabilitazione la gara in cui rientrerà: il 30 maggio al Mugello, il 6 giugno a Barcellona o il 20 giugno al Sachsenring. Queste sembrerebbero le opzioni più accreditate.