Kevin Durant (immagine tratta dall'account instagram @kd35ground)

Kevin Durant è finalmente tornato ad allenarsi dopo più di un anno lontano dai campi a causa dell’infortunio al tendine d’achille che lo ha costretto a muoversi con uno scooter i primi tempi. La stella dei Brooklyn Nets si dice entusiasta del rientro, anche se c’è ancora del lavoro da fare prima di giocare una partita di Nba: “Vedremo come mi sento andando avanti, ma sono entusiasta del primo giorno e di indossare di nuovo una maglia da allenamento. Oggi è stata una bella sensazione. Devo solo vedere di nuovo come mi sento in una vera partita NBA. Ho subito vari interventi chirurgici e altri infortuni prima, ma il recupero più lungo che ho avuto è stato di tre mesi. Ma nella prima fase dell’infortunio al tendine di Achille, non potevo camminare né correre. Dovevo usare uno scooter”. Il tecnico dei Nets Steve Nash ha commentato il rientro del numero 7: “Kevin ha fatto tutto il possibile per tornare. È davvero un regalo per tutti noi non solo per il suo talento, ma il suo amore per il gioco e la gioia che porta ogni giorno. Forse dobbiamo proteggerlo da se stesso in un modo perché porta così tanta gioia e passione in questo sport. È così ansioso e affamato dopo un lungo periodo di stop nel fiore degli anni”.