Foto tratta dal profilo instagram @tokyo2020

Secondo i media giapponesi il comitato organizzatore e l’esecutivo giapponese vorrebbero trovare un accordo entro dicembre sulle competenze patrimoniali e sulle nuove misure da mettere in campo per fronteggiare la pandemia entro la prossima estate, quando prenderanno presumibilmente il via i Giochi di Tokyo 2020. Il rinvio delle Olimpiadi al 2021 ha aumentato i costi di organizzazione di circa 1,6 miliardi di euro. In particolare molto è stato speso per la disponibilità degli impianti, per gli affitti supplementari delle attrezzature e per la manodopera. Gli organizzatori, che si aspettavano una perdita maggiore, stanno cercando di ridurre ulteriormente i costi come da accordo con il comitato internazionale provando a semplificare e snellire l’intero processo organizzativo.