Alessandro Costacurta (immagine tratta dall'account instagram @official_costacurta)

L’ex calciatore del Milan e della Nazionale, Alessandro Costacurta, ha parlato al Corriere dello Sport della sua passione per il padel: “Ho cominciato a giocare il giorno dell’inaugurazione da parte di Albertini e Casiraghi dello Sport City Life a Milano, due anni fa. Andando a salutarli mi hanno parlato di questo sport, per curiosità ho provato e da li ho perso la testa. Gioco un paio di volte a settimana, durante l’estate anche tutti i giorni. Mi piace che ci siano così tante variabili: a parte la battuta, per il resto può accadere di tutto, si riesce a tenere in forma anche il cervello. Alla fine della partita ho l’adrenalina a mille. Credo sia stato tutto ciò ad avermi fatto innamorare di questo sport”. Una passione, quella per il padel, che accomuna molti ex calciatori: “Il più forte a Milano è Demetrio Albertini, anche Nick Amoruso gioca molto bene mentre a Roma gioco spesso con Di Canio e Marchegiani, colleghi a Sky. So che Panucci si è costruito il campo a casa sua, ma non mi ha ancora invitato, sa che potrei metterlo in difficoltà. Ho giocato l’ultima volta con Pirlo, che da quel giorno non mi parla più perché l’ho fatto perdere, contro Demetrio e Bobo Vieri. Dico comunque con sincerità che io sono il più scarso, gli altri sono più avanti di me, forse perché io non ho mai preso lezioni. La scorsa settimana ho giocato contro gli Ambrosini. Vorrei sfidare la moglie di Albertini e Casiraghi che mi dicono sono molto brave”. Infine, un pensiero sull’incredibile inizio di stagione del Milan: “Sinceramente sono sorpreso, non pensavo potessero ripartire in questa maniera dopo il lockdown. È una squadra che diverte e si diverte insieme. Non sono pronti per lo scudetto ma credo che si qualificheranno per la prossima Champions”.