Mario Isola (immagine tratta dall'account instagram @marioisola)

Mario Isola, responsabile F1 and Car Racing, ha analizzato il Gran Premio del Bahrain che ha visto l’ennesima vittoria di Lewis Hamilton. Il manager Pirelli è partito dall’incidente occorso a Grosjean: “Innanzitutto siamo sollevati che Romain Grosjean non abbia riportato ferite gravi dopo lo spaventoso incidente. Ciò sottolinea il ruolo fondamentale degli standard attuali di sicurezza e di fronte a questo, tutto il resto ha sicuramente minor importanza”. Isola ha proseguito parlando dell’apporto delle gomme soft: “Per quel che riguarda la gara, le strategie sono state ovviamente influenzate dalle lunghe interruzioni e dal ritardo. Abbiamo visto una prestazione molto valida della soft, più di quanto ci aspettavamo, come mostrato da Carlos Sainz subito dopo la ripartenza, mentre si sarebbero potuti estendere gli stint con la media. Ciò è stato dimostrato da Lewis Hamilton, autore di due stint lunghi su medium prima di finire la gara su hard. Durante tutto il gran premio si è vista un’ampia varietà di strategie: ad esempio Gasly si è fermato due volte per montare pneumatici hard, chiudendo sesto”.