Sebastian Vettel (foto tratta dal profilo instagram @vettelofficial)

Sebastian Vettel non sta vivendo la migliore stagione della sua carriera, per usare un eufemismo: appena 17 punti in 11 gare, con solo cinque di queste portate a termine nelle prime dieci posizioni. Intervistato dall’emittente francese Sport1, Otmar Szafnauer, team principal della Racing Point (futura Aston Martin), la scuderia che si è assicurata le prestazioni del tedesco per il 2021, ha lanciato qualche frecciatina a Mattia Binotto e alla Ferrari per la gestione del pilota 33enne: “Nella nostra squadra remiamo tutti nella stessa direzione e abbiamo una buona atmosfera di lavoro. Una cultura in cui non biasimiamo nessuno per aver commesso un errore. A Seb il nostro ambiente piacerà e sono sicuro che rifiorirà. Non credo che un pilota di 33 anni dimentichi come si guida una vettura di Formula 1 nella notte. Deve esserci qualcos’altro. Lo aiuteremo a ritrovare le qualità che lo hanno reso un campione. Lui a sua volta ci indicherà la direzione nella quale dobbiamo sviluppare la squadra e la vettura. Cosa fanno team di punta come Ferrari e Red Bull in modo diverso da noi? Questo ci aiuterà a fare il passo successivo”.