Max Verstappen (foto tratta dal profilo instagram @maxverstappen1)

Christian Horner, manager della Red Bull, ha voluto fare chiarezza riguardo alcune voci che circolavano secondo le quali ci sarebbe una clausola nel contratto di Max Verstappen che lo libererebbe non appena Honda decidesse di non fornire più il motore alla Red Bull: “Fermo restando che i contratti tra il nostro team e i suoi piloti sono privati, posso comunque dire che nel contratto di Max non c’è alcuna clausola che riguarda il motore o il nome del fornitore. È un pilota competitivo. Si sente a suo agio all’interno della nostra struttura e crede fortemente nel programma Honda, ragion per cui dobbiamo pensare a questa stagione e alla prossima. C’è ancora molta strada da fare”. Honda ha deciso di uscire dal mondo della Formula 1 a partire dal 2022: “Il tempo che abbiamo ci consentirà di valutare tutte le opzioni. Abbiamo vinto gare con due diverse unità di potenza (Renault e Honda), quindi la nostra attenzione è molto concentrata sul telaio e in ciò che offre, e su qualunque unità di potenza che utilizzeremo, quindi ce la faremo”.