Foto tratta dal profilo instagram @federscherma

Come riferito dall’Usl Umbria 2, in seguito ai controlli del personale autorizzato, cinque azzurrini della nazionale di scherma under 23 sono risultati positivi al Covid-19. I cinque atleti sarebbero asintomatici, ma il ritiro di Cascia della Nazionale di sciabola maschile under 23 dovrà comunque essere sospeso. Tutti i partecipanti al raduno dovranno sottomettersi al test del tampone e rimanere in auto isolamento fino alla comunicazione dei risultati dei test.

IL COMUNICATO DELLA FIS

Dopo un consiglio federale presieduto da Giorgio Scarso, la Fis ha reso pubblico una nota con la quale comunica la sospensione delle attività: “Dopo l’accertamento di alcuni casi di positività al Covid-19 registrati tra i partecipanti a Camp privati che hanno preceduto l’allenamento “Azzurrini” di sciabola maschile, le autorità sanitarie dell’area di Cascia hanno disposto che tutti i convocati al predetto collegiale federale, entrati in contatto con i contagiati, venissero sottoposti al test del tampone Covid. Gli esiti dei test hanno comprovato la positività di cinque persone che, allo stato attuale, sono tutte asintomatiche ed evidenziano ottime condizioni di salute“.