Simone Inzaghi (foto tratta dal profilo instagram @official_sslazio)

Nella conferenza stampa conclusiva del ritiro estivo di Auronzo di Cadore, Simone Inzaghi ha fatto il punto su quello che serve alla Lazio per affrontare la nuova stagione: “L’anno scorso è stato difficile, sappiamo quanto ci ha penalizzati giocare ogni tre giorni, per noi è stato un percorso difficile nelle ultime 11 partite ma dobbiamo farne tesoro perché quest’anno per noi sarà difficilissima. Ne sono cosciente, così come lo è la società. Per questo mi sono stati promessi diversi acquisti. Con la società se ne sta parlando, siamo coscienti tutti che ne avremo bisogno. Fares e Muriqi? Sono due nomi che interessano, ma è normale che, vedendo tutte le altre che si stanno muovendo, anche noi ci faremo trovare pronti”.

SISTEMA DI GIOCO E NUOVI ACQUISTI

Inzaghi ha poi continuato parlando del sistema di gioco e dell’inserimento dei nuovi: “Si possono sempre trovare alternative, da quattro anni prediligiamo il 3-5-2, cambiando spesso schieramento a gara in corso. Sono felice di avere due grandi portieri come Reina e Strakosha: Thomas è giovanissimo e può ancora migliorare, è un grande lavoratore. Pepe ci potrà dare una mano, visto che ci saranno tante partite ravvicinate. Lui ed Escalante si sono inseriti bene, abbiamo una colonia argentina e spagnola. Sono soddisfatto anche di Akpa Apro e Kiyine. Per quanto riguarda Lulic, manca a tutti: è il nostro capitano, ho un rapporto speciale con lui. Sta facendo di tutto per recuperare, purtroppo non ha ancora risolto, ma sono fiducioso perché è molto determinato“.

LE SECONDE LINEE

L’allenatore ha poi proseguito rispondendo ad alcune domande sui singoli: “Leiva invece sta aumentando i carichi oggi, se ci fosse stato un campo meno pesante, lo avrei fatto giocare. Potrebbe giocare già sabato nell’amichevole di Frosinone. Jony? Ha molta esperienza, lo scorso anno si è adattato come esterno a tutta fascia, ora lo sto impiegando da mezzala. Anche Vavro si sta impegnando tanto, andando oltre qualche problema fisico. Denis è un ragazzo serio, continuando a lavorare così sarà molto utile. Così come Lukaku, un calciatore che al 100% è molto importante. Ha disputato per intero il ritiro, sono fiducioso e spero che possa stare bene per tutta la stagione“.