Novak Djokovic (foto tratta dal profilo instagram @djokernole)

Gli US Open, in programma dal 31 agosto, hanno subìto alcune defezioni importanti a causa del Coronavirus (ad esempio Nadal e Simona Halep) o di infortuni (Federer mancherà per un infortunio al ginocchio), ma Novak Djokovic ci sarà: “Penso sia mio dovere esserci, perché il tennis possa andare avanti”.

RESPONSABILITA’ DI ESSERCI

In un’intervista al New York Times, il campione serbo ha ammesso che parteciperà per l’assenza di Nadal e Federer, ma non solo: “Certo, ha contato anche questo ma soprattutto mi sono sentito responsabile come top player nell’esser presente, per il nostro sport”. Il grande favorito del torneo era stato accusato nelle scorse settimane per aver organizzato l’Adria Tour causando un piccolo focolaio tra i tennisti, lui compreso: “Quella è stata una caccia alle streghe”. E chiude ogni polemica anche sui vaccini: “Non sono contrario”.