Charles Leclerc (foto tratta dal profilo instagram @scuderiaferrari)

Tramite un tweet sul suo profilo ufficiale il pilota monegasco Charles Leclerc ha voluto fare chiarezza e chiudere ogni polemica sul suo presunto razzismo: “È molto triste vedere come le mie parole vengano distorte per creare titoli che mi fanno sembrare un razzista. Non sono razzista e odio assolutamente il razzismo. Il razzismo è disgustoso”.

SEMPRE STATO RISPETTOSO

Alla vigilia del Gran Premio del 70esimo anniversario a Silverstone, il pilota della Ferrari ha risposto a chi lo accusa di razzismo per il fatto che non si inginocchia sulla griglia di partenza in segno di solidarietà per la morte di George Floyd: “Smettete di mettermi nella stessa disgustosa categoria di persone che discriminano gli altri per il colore della pelle, per la religione o la razza. Io non sono come loro e non lo sarò mai. Sono sempre stato rispettoso con tutti e questo dovrebbe essere la norma nel mondo di oggi. Chiunque stia usando la mia immagine per promuovere idee sbagliate, per favore la smetta. Non sono in politica e non voglio essere coinvolto in queste cose“.