Danilo Gallinari (foto tratta dal profilo instagram @danilogallogallinari)

Danilo Gallinari, ala degli Oklahoma City Thunder, ha parlato alla vigilia dell’inizio dei playoff NBA: “All’inizio dell’anno sapevamo di avere una buona squadra e quale poteva essere il nostro obiettivo. Avevamo grandi talenti individuali: dovevamo solo trovare la giusta chimica per unirli tutti e diventare una buona squadra difensiva”. L’azzurro è stato molto importante per la sua squadra per centrare l’obiettivo playoff con più di mille possessi giocati, con una statistica interessante: i Thunder sono una squadra da 116,9 punti su 100 possessi con lui in campo, da 100,3 senza di lui.

TUTTO PUO’ SUCCEDERE

L’undicesima stagione consecutiva in NBA del giocatore di Sant’Angelo Lodigiano si è conclusa con una media di 18,7 punti a partita, 5,2 rimbalzi e quasi due assist, con il 44% dal campo e oltre il 40% da 3. Nella serie contro i Rockets di coach D’Antoni Gallinari è chiamato alla conferma: “La storia dell’Nba ci insegna che tutto può succedere: non siamo soddisfatti di essere semplicemente arrivati ai Playoff. Molte volte cercare di smentire le persone può essere una forma di motivazione per un giocatore“.