Paulo Fonseca (foto tratta dal profilo instagram @paulofonseca_oficial)

Periodo più tumultuoso che mai per la Roma, in campo e fuori. In campo la squadra di Fonseca sembra allo sbando più totale, con 3 sconfitte consecutive, il quarto posto ormai a 15 punti di distanza e il Milan che incalza per il quinto posto. L’incertezza societaria, invece, non permette di pianificare il futuro: quale allenatore accetterebbe una panchina così bollente senza la certezza di una società stabile alle spalle? Per questo la speranza è che Fonseca riesca a riprendere in mano la situazione, portando la Roma in Europa League e, magari, cercando di vincere la competizione ad agosto.

I POSSIBILI SOSTITUTI DI FONSECA

Pallotta è preoccupato e ha incaricato il suo uomo di fiducia, Franco Baldini, di iniziare a cercare un eventuale sostituto del tecnico portoghese. La prima ipotesi suggestiva è quella di un Spalletti-ter, ma il tecnico di Certaldo, oltre ad avere contro la tifoseria giallorossa dall’addio di Francesco Totti, è impegnato contrattualmente con l’Inter per un’altra stagione. Mauricio Pochettino, ex Tottenham, è un’altra ipotesi suggestiva, ma poco realizzabile per via dell’alto ingaggio che chiederebbe. Il sogno dei tifosi sarebbe certamente Daniele De Rossi, secondo alcuni rumours vicino alla Fiorentina, ma il freddo rapporto con Pallotta e con Baldini allontanano sostanzialmente il ricongiungimento dell’ex capitano giallorosso. Quel che è certo è che Fonseca non è più sicuro della sua posizione come prima della pandemia e che deve necessariamente uscire dalla crisi per convincere tifosi e società. Non sarà facile, ma dalla sua ha la consapevolezza che per la società non sarà facile nemmeno trovare un sostituto all’altezza.