Antonio Conte (foto tratta dal profilo instagram @inter)

L’allenatore dell’Inter Antonio Conte ha parlato in conferenza stampa in vista della partita di domani sera a Roma contro la Roma: “La Roma è una squadra attrezzata, ha un ottimo organico e un ottimo allenatore, è una partita con un alto indice di difficoltà che arriva dopo aver giocato due giorni prima contro la Spal, abbiamo un giorno in meno di recupero e dopo un viaggio. Di positivo c’è l’entusiasmo, iniziamo a vedere riconosciuto il lavoro che è stato fatto, i ragazzi cominciano a essere apprezzati perché nell’ultimo periodo, sinceramente in maniera anche un po’ a sorpresa la squadra è stata, in generale, troppo bistrattata“. 

TROPPI INFORTUNI

Ha poi proseguito parlando dei continui infortuni: “Abbiamo avuto il grave infortunio alla caviglia di Sanchez che ci ha privato di lui per 4-5 mesi e anche in mezzo al campo purtroppo è stata un’annata tormentata per alcuni infortuni ripetuti. Penso a Sensi, un giocatore che abbiamo avuto per pochissimo tempo, penso all’infortunio traumatico di Gagliardini, di Barella, abbiamo Vecino che ha sempre questo problema al ginocchio. Sono stati due reparti (riferendosi a centrocampo e attacco ndr) che mi hanno fatto soffrire”.

ROMA, BUONA SQUADRA

Ha concluso infine parlando degli avversari di domani: “Hanno cambiato il sistema tattico, utilizzano anche loro la difesa a 3 e due trequartisti dietro a Dzeko: lui è un punto di riferimento, così come Mkhitaryan che ha ritrovato lo smalto dei vecchi tempi. Pellegrini sta facendo bene, hanno Spinazzola e Zappacosta: sono una buona squadra, Veretout e Diawara danno qualità e quantità. Anche loro erano partiti per giocare un campionato importante, bisogna fare attenzione”.