Foto tratta dal profilo instagram @tokyo2020

Il presidente del Cio, Thomas Bach, in un’intervista al Corriere della Sera ha parlato della possibilità che le Olimpiadi di Tokyo si svolgano l’estate del 2021: “Sono sempre ottimista, oggi in più c’è solo un sano realismo. Ma sono fiducioso: il movimento olimpico è compatto e andra’ oltre questo ostacolo. Al momento non c’è una risposta, ma solo un impegno: il Cio e il comitato organizzatore sono concentrati a organizzare quest’Olimpiade ‘rinviata’. Non siamo in grado di prevedere la situazione tra un anno, ma ci stiamo preparando a fronteggiare numerosi scenari”.

LA PRIORITA’ E’ LA SICUREZZA

Bach ha poi proseguito parlando dell’eventualità in cui i giochi si disputino con il pubblico sugli spalti: “I Giochi senza spettatori sono un’opzione che non vogliamo: puntiamo a tribune piene di gente e gonfie di entusiasmo. Ma oggi è presto per ogni previsione, bisogna vedere anche come si rilancerà il turismo: siamo tempestati di domande alle quali al momento non si può rispondere. La stampa? Vale il discorso dei tifosi, ora esiste solo una priorità: la sicurezza“. Sui Giochi invernali di Pechino 2022: “Zero preoccupazioni e nessuna idea di cambiare città: al momento non c’è alcun motivo per farlo”.