Lewis Hamilton (foto tratta dal profilo instagram @lewishamilton)

Lewis Hamilton, 35 anni, ha risposto ad alcune domande sul suo futuro. Innanzitutto, dal momento che il contratto con la Mercedes scadrà a fine anno, gli è stato chiesto se nel 2021 tornerà a correre a Silverstone: “Non credo di poter garantire nulla, ma ho intenzione di essere qui di sicuro. Questo è sicuramente l’obiettivo e incrociamo le dita. Sarò qui e avremo i tifosi qui l’anno prossimo”. 

RINNOVATA ENERGIA

Il sei volte campione del mondo ha poi proseguito spiegando come la quarantena lo abbia aiutato a rigenerarsi: “In termini di quanto tempo, è un po’ indefinito. Direi che il blocco di Covid-19 sebbene sia stato negativo in molti, molti modi, in qualche maniera mi ha dato molta vita, molta energia per concentrarmi su alcune altre cose, e quel po’ di tempo libero è stato davvero uno spazio per respirare, quindi mi ha dato solo una rinnovata energia per andare forse più a lungo”.

FISICO E TESTA DECISIVI

Il pilota inglese ha anche rivelato che smetterà solo quando non riuscirà più competere ai livelli massimi: “In definitiva, voglio essere in grado di gareggiare al livello in cui lo faccio ora, ma ovviamente c’è un punto in cui il fisico e la mente possono dire basta. Non so quando sarà, ma non credo che ciò accadrà a breve termine, nei prossimi due o tre anni, quindi spero di essere qui, si spera, per il prossimo futuro. Inoltre, ci troviamo in un periodo di tempo in cui al momento non è arrivato un altro pilota del mio background e ne sono consapevole. Voglio guadagnare la mia posizione qui e sento che ogni anno che torno non è scontato, solo perché ho i campionati del mondo alle spalle. Penso che devi ancora guadagnare il diritto di essere qui in termini di prestazioni, quindi il mio obiettivo è continuare a offrirle il più a lungo possibile. Quindi mi vedo andare avanti per almeno altri tre anni“.