Lewis Hamilton (foto tratta dal profilo instagram @lewishamilton)

Sta per partire il Mondiale 2020 (domenica il primo appuntamento in Austria al Red Bull ring), ma continua a far discutere il mercato piloti per il 2021. Lewis Hamilton, il cui contratto con la Mercedes scade a fine 2020, avrebbe chiesto 44 milioni di sterline all’anno per firmare il rinnovo.

Secondo il Daily Mail, il 35enne 6 volte campione del mondo, vorrebbe un aumento dell’ingaggio attuale da 36 milioni l’anno. I colloqui per il rinnovo si erano interrotti per lo stop dovuto al coronavirus. Le due parti hanno ripreso i contatti e fanno filtrare ottimismo per la chiusura della trattativa. Hamilton, che con i suoi 224 milioni di patrimonio è lo sportivo più ricco d’Inghilterra, avrebbe comunque meno potere contrattuale dal momento che la Ferrari ha già annunciato i due piloti che correranno con la Rossa nel 2021: Charles Leclerc e Carlos Sainz.

Hamilton, che è da sempre impegnato nel sociale, due giorni fa con un post su Instagram si era detto orgoglioso del suo team: “Sono molto orgoglioso di questo team, per aver aperto gli occhi sul serio problema del razzismo e della discriminazione. Hanno preso provvedimenti per assicurarsi di avere una mentalità aperta, per essere disposti ad imparare dalle lezioni passate e presenti e lavorare insieme con tutto il cuore per un futuro migliore, più equo e inclusivo. Le frecce d’argento sono state un leader di spicco per decenni e questo segna una nuova era nella quale credere nei valori dell’inclusione e della diversità. Abbiamo molto da fare ma sono fiducioso che insieme possiamo aiutare a cambiare questo sport e stimolare gli altri team a fare lo stesso“.