L'haka degli All Blacks nel 2005 (foto tratta dal profilo instagram @allblacks)

Se ne parla da qualche anno, ora iniziano ad arrivare le conferme dai diretti interessati: ci sono delle trattative in atto affinché si possano sfidare le rispettive due Nazionali più rappresentative: Gli All Blacks neozelandesi per il rugby a XV e i Kangaroos australiani per il rugby a XIII.

Sarebbe una notizia clamorosa e suggestiva, si incontrerebbero due filosofie di rugby completamente differenti, per qualcuno due sport totalmente diversi. Secondo alcune indiscrezioni si giocherebbe 14 contro 14, un tempo con le regole del rugby XV ed uno con le regole del rugby XIII.

Il coach dei Kangaroos Mal Meninga avrebbe confermato: “Le trattative sono serie e ben avviate”, così come il presidente della federazione neozelandese Mark Robinson: “Se ne parla dal 2017, c’è stato un nuovo approccio molto interessante, valuteremo tutte le opzioni del caso”. Si tratterebbe di un’ottima occasione per rilanciare due economie piegate dallo stop forzato causato dal coronavirus, con perdite di milioni di dollari.

Nel frattempo proprio oggi la federazione europea, l’Epcr, ha annunciato che le finali di Challenge Cup e di Champions Cup 2019-2020 si svolgeranno il 16-17 ottobre a Marsiglia, mentre martedì prossimo si riunirà il consiglio di World Rugby per votare il nuovo calendario mondiale.