Buddy Hield (foto tratta dal profilo instagram @buddylove242)

Dopo Nikola Jovic, Malcom Brogdon e due giocatori dei Suns, i cui nomi non sono stati pubblicati, altre tre positività al coronavirus sono state rese note in NBA. Si tratta di Jabari Parker, Buddy Hield e Alex Len, tutti giocatori dei Sacramento Kings. La Lega aveva messo in preventivo la possibilità che più di qualche giocatore contraesse il virus, quindi si è mossa prima con l’obbligatorietà dei test a tappeto in vista della ripresa degli allenamenti di gruppo.

Jabari Parker era tornato a Chicago in seguito allo stop e ora sarà lì che dovrà concludere la quarantena prima di viaggiare verso Orlando per raggiungere la squadra ed iniziare la preparazione. In un comunicato stampa ha detto: “Diversi giorni fa ho ricevuto la notizia della mia positività al Covid-19, da allora mi sono messo in quarantena a Chicago. Sono in fase di recupero e mi sento bene, non vedo l’ora di unirmi ai mie compagni ad Orlando per la ripresa della stagione Nba”.

Buddy Hield durante la pausa ha addirittura giocato in un torneo pro-am. Qualche settimana fa si è infatti presentato ad una partita di Skinz League in Oklahoma durante la quale era presente il pubblico senza alcun rispetto del distanziamento sociale.

L’ucraino Alex Len è attualmente a Sacramento e ha dichiarato: “Voglio ringraziare i Kings per il supporto medico e la Nba per aver instituito un protocollo che mi ha permesso di venire a conoscenza dalla mia positività in questo momento. Mi sono isolato e spero di ricevere presto il via libera da parte dell’autorità sanitaria per riprendere l’attività e raggiungere i miei compagni a Orlando per provare a raggiungere i playoff”. I Kings hanno effettivamente qualche possibilità di raggiungere i playoff. L’ottavo posto, occupato attualmente da Memphis, è lontano tre partite e mezza.