Sebastian Vettel (foto tratta dal profilo instagram @vettelofficial)

In seguito alla decisione di non proseguire insieme al termine del Mondiale 2020, cresce la tensione tra il 4 volte campione del mondo Sebastian Vettel e la Ferrari. Secondo alcune fonti vicine al pilota tedesco il principale motivo di scontro che avrebbe poi portato al definitivo distacco sarebbe inerente a questioni economiche. L’ultima polemica riguarda l’ingiustificata (al momento) assenza di Vettel a Maranello per testare la nuova SF1000, a differenza del collega monegasco Charles Leclerc che, proprio ieri, è tornato in pista dopo quasi tre mesi.

Sembrerebbe che Vettel, a differenza di Leclerc, non abbia accettato il taglio del suo compenso proposto dalla Ferrari per l’emergenza Covid. Quel che è certo è che a pochi giorni ormai dall’inizio del Mondiale la Ferrari si ritrova con una situazione difficilmente gestibile in casa che potrebbe compromettere le già poche speranze di vittoria finale.

L’assenza del tedesco ha provocato diverse illazioni, tra le quali spicca la voce secondo cui Mattia Binotto, Team Principal della scuderia, sarebbe stato tanto infuriato col pilota da consigliargli di non presentarsi affatto. Nessuna conferma è arrivata in tal senso, ma questo nuovo distacco ha rigenerato il dibattito sul tempestoso allontanamento.