Arthur Melo (foto tratta dal profilo instagram @arthurhmelo)

Dopo lo stop di tre mesi e con la ripartenza dei campionati entra nel vivo anche il calciomercato. Sono due le trattative principali che si stanno prendendo la scena in questi giorni: lo scambio di centrocampisti tra Juventus e Barcellona (Pjanic-Arthur) e l’accelerata della Lazio per il difensore albanese Marash Kumbulla del Verona.

SCAMBIO PJANIC – ARTHUR

Juventus e Barcellona sono ormai ai dettagli per lo scambio di centrocampisti di cui si parla da giorni: Miralem Pjanic, 30 anni, passerebbe al Barcellona, mentre Arthur Melo, 23 anni, farebbe il percorso inverso. Entrambe le società hanno fretta di chiudere entro il 30 giugno per questioni di bilancio, ma regna l’ottimismo che l’affare si concluda positivamente. Nella giornata di ieri Arthur ha detto di sì alla Juventus, che ha iniziato a pianificare le visite mediche per il week-end, poi una frenata in serata dovuta a problemi burocratici tra Arthur e il Barcellona.

Arthur è valutato 70 milioni di euro, Pjanic 60 + bonus. La Juventus, dunque, secondo gli accordi, pagherebbe la differenza di 10 milioni mettendo a bilancio l’ottima plusvalenza derivante dalla cessione del centrocampista bosniaco ex Roma. E’ evidente che il calciatore, che quest’anno non ha reso come ci si aspettava, stia spingendo per andare in Spagna, ma l’allenatore Maurizio Sarri può comunque fare affidamento su di lui per questo travagliato finale di stagione: “Non conosco la situazione di Pjanic, ma su di lui facciamo pieno affidamento. Pjanic tecnicamente non si discute, se verrà ceduto sarà per altri motivi. E’ forte e per quanto mi riguarda sono contento di Miro, sono sicuro abbia ancora ampi margini di miglioramento”.

LA LAZIO AD UN PASSO DA KUMBULLA

Nel frattempo la Lazio di Lotito è ad un passo da un colpo straordinario: il ventenne difensore rivelazione del Verona Marash Kumbulla. Ieri pomeriggio il presidente del Verona Maurizio Setti si è presentato a Villa San Sebastiano per parlarne di persona con Claudio Lotito e Igli Tare. La trattativa, seppur complicata, sembrerebbe a buon punto. La Lazio, che ha già un accordo di massima col ragazzo, avrebbe superato la concorrenza di Inter e Juventus offrendo 18 milioni cash più la scelta di alcune contropartite (Lombardi, Kiyine, Maistro, Durmisi, Berisha, Wallace). Il Verona chiede invece 35 milioni cash. Il divario tra domanda e offerta è ancora netto, ma le sensazioni sono positive ed il Verona, che ha fretta di chiudere entro martedì 30 giugno, potrebbe abbassare le pretese.