Alex Zanardi (foto tratta dal profilo instagram @zanardiofficial)

Il campione paralimpico ed ex pilota di Formula Uno Alex Zanardi ha passato la terza notte in terapia intensiva al Policlinico delle Scotte di Siena, dopo l’incidente in handbike del 19 giugno scorso sulla statale 146 che ha scosso e preoccupato tutta l’Italia sportiva e non.

IL BOLLETTINO

Il bollettino di mezzogiorno fornito dai medici dell’ospedale dice: “Rimangono stabili le condizioni cliniche di Alex Zanardi, la terza notte di degenza in terapia intensiva è trascorsa senza variazioni. Le condizioni cliniche rimangono invariate nei parametri cardio-respiratori e metabolici mentre resta grave il quadro neurologico. Il paziente è sedato, intubato e ventilato meccanicamente, la prognosi è riservata. L’équipe multidisciplinare valuterà nei prossimi giorni eventuali azioni diagnostico-terapeutiche da intraprendere“.

VALUTAZIONE DEI DANNI NEUROLOGICI

Per poter valutare gli eventuali danni neurologici i medici dovranno diminuire la sedazione, ma il viso di Zanardi sarebbe ancora troppo gonfio.

Riguardo alle dichiarazioni dei medici dei giorni scorsi nelle quali si affermava che si sarebbe potuto iniziare a diminuire con i sedativi tra oggi, lunedì e domani, martedì, il direttore sanitario della struttura senese Roberto Gusinu ha detto: “Era stata un’indicazione di massima: chiaramente ci sono delle valutazioni che vengono fatte dai clinici sui pazienti a intervalli costanti e a seconda della situazione dei parametri si decide quando ridurre la sedazione. Ci sarà una valutazione multidimensionale che poi alla fine porterà alla decisione che ci auspicavamo qualche giorno fa”. Quando accadrà tutto questo? “Questo non sono in grado di dirlo, perché veramente il paziente viene monitorato costantemente. La cosa importante è questa stabilità, più il paziente si riprende e meglio sarà“.